domenica 3 maggio 2015

EXPO_le prime impressioni

Da dove iniziare? Innanzitutto dicendo che non avevo mai visitato un'Esposizione Universale prima di ieri, per cui non ho un metro di paragone sul quale basare il mio giudizio. Inoltre non sono riuscita ad entrare in tutti i padiglioni, d'altronde in una sola giornata è praticamente impossibile. 
Sicuramente è un caleidoscopio di immagini, suoni, profumi, sapori e saperi messi in campo dalle Nazioni partecipanti. Forse può essere definita un grande parco a tema: l'alimentazione, adatto a tutti, soprattutto alle famiglie perchè anche i bambini possono, in una giornata, "fare il giro del mondo" e accostarsi a cibi stranieri, possono osservare usi e costumi di altri popoli e vedere immagini di altri mondi. 




Forse il tema di Expo "Nutrire il pianeta, energia per la vita", inteso come analisi approfondita, il fruitore medio che viene a Expo una sola volta non riesce a coglierlo perchè è impossibile fermarsi in ogni padiglione a leggere. L'aspetto che colpisce di più è l'aspetto generale. 
In realtà il tema è trattato bene da diversi espositori. Per esempio Slow Food, che ha un padiglione bellissimo, parla di sviluppo sostenibile, di coltivazioni controllate e naturali e analizza i possibili percorsi e le buone pratiche per fermare lo sfruttamento incontrollato del nostro pianeta.



In altri padiglioni, per esempio in Oman, invece sono ben raccontate le loro abitudini alimentari, i metodi di pesca e hanno realizzato un allestimento per mostrare al pubblico il loro magnifico territorio.  



Per deformazione professionale ho prestato particolare attenzione alle architetture, anche se le foto sono state scattate in fretta e senza avere il tempo di cogliere i dettagli migliori. 



Per quanto riguarda il cibo da assaggiare, io ho trovato tutto solo a pagamento. Ogni padiglione ha il suo ristorante, in più vi sono alcune aree dove pranzare, cenare o anche solo assaggiare. C'è una zona con food truck molto belli e informali. Il ristorante del Cile, dove ho pranzato io, è bellissimo, occhio solo a chiedere la piccantenza delle pietanze...
La proposta italiana è vastissima: piatti regionali, salumi, vini, dolci.
Unico neo: ovunque i prezzi non sono proprio nazional-popolari. Se volete assaggiare tutto preparatevi a spendere un po' di soldini. Altrimenti accontentatevi di scegliere una nazione di cui non conoscete le tradizioni culinarie e sperimentate sapori nuovi.



Io tornerò altre due volte ad Expo, visiterò i padiglioni in cui non sono stata ieri, in alcuni casi per scelta visto che tornerò con la famiglia e alcune esperienze, come il padiglione dell'Austria, volevo farle con loro.

Al di là delle polemiche, delle critiche e di tutto quanto è successo, e succederà, Expo è assolutamente da visitare!

Nessun commento:

Posta un commento