lunedì 20 agosto 2012

BARCELLONA_Gaudì

Non si può pensare a Barcellona senza pensare a Gaudì, architetto vissuto dalla seconda metà dell'800 fino al 1926.
Antoni Gaudì è considerato il massimo esponente del modernismo catalano, corrente artistica inserita nel più vasto movimento europeo dell'Art Nuoveau, che a Barcellona assume caratteristiche proprie sulla spinta di una borghesia nazionalista che voleva esprimere un forte senso di identità.

Le Corbusier definì Antoni Gaudi "colui che possiede la maggior forza architettonica tra gli uomini della sua generazione". 

Il suo stile è fatto di simbolismi zoomorfici, fiabeschi, religiosi, di colore esuberante, attraverso l'uso di materiali diversi che esprimono il rapporto tra l'uomo e la natura.

La Sagrada Famiglia si trova in Carrer de Provença 450 ed è l'opera più conosciuta di Gaudi. Gli fu commissionata nel 1883 dopo che l'architetto precedentemente scelto, Villar, abbandonò l'incarico.
Gaudì ci lavorò fino alla sua morte con impegno costante, ma la cattedrale rimase incompiuta.



Il Parc Guell sorge su una vasta area in collina, nella parte nord-ovest di Barcellona, dalla cui terrazza si gode la vista della città e del mare.
Fu realizzato tra il 1900 e il 1914. Inizialmente doveva essere una città giardino ma ne fu realizzata solo una parte.
Due edifici segnano l'ingresso, attualmente una è una casa-museo, l'altra un negozio di souvenir.
Sito ufficiale








































L'affollata scalinata di accesso e la sala ipostila. 
Qui tutto dialoga con la natura e la topografia del sito.




























Il muro diventa elemento caratterizzante e docorativo.
Il cromatismo del parco è travolgente, i materiali diversificati, pietra, ceramica, elementi in ferro, il tutto in un insieme particolare ed unico.




Il soffitto della sala ipostila in stile dorico-floreale.
Questi elementi sono realizzati utilizzando la tecnica del trencadis, che consiste nell'utilizzo di frammenti di ceramica o vetro tagliati in modo irregolare. E' considerata la rielaborazione del mosaico ceramico arabo e fu particolarmente utilizzata da Gaudì. 



























La terrazza affollata di turisti





























La casa museo inserita nel parco, dovè Gaudì visse per diversi anni, progettata però da Francesc Berenguer, suo allievo e collaboratore.












































Gli arredi originali disegnati da Gaudì e alcuni suoi oggetti personali.




































La Casa Batlò si trova in Passeig de Gracia 43, una delle arterie principali di Barcellona, ampio viale alberato ricco di edifici modernisti.
La facciata è ricoperta da trencadis e presenta un cromatismo eccezionale.

Sito ufficiale


























La Pedrera si trova in Passeig de Gracia 92 ed è una delle abitazioni più famose realizzate da Gaudì.
L'andamento sinusoidale conferisce alla facciata un movimento eccezionale e continuo.
Tutto qua è stato disegnato dall'architetto, gli elementi decorativi, gli arredi, i serramenti e ogni singolo elemento.
Sito ufficiale






La terrazza con i particolarissimi camini e le forme sinuose degli elementi.








Alcuni arredi in esposizione nella soffitta.

















































La casa Calvet è il primo edificio per appartamenti progettato e realizzato da Gaudì.
E' quindi quello più simile, per tipologia ed elementi architettonici, a quelli del periodo.
Si trova in Carrer de Casp 48




Nella decorazione di questo ingresso si vedono i primi elementi del modernismo ispirati al corpo umano e alla natura.

A piano terra attualmente si trova un ristorante.




Nessun commento:

Posta un commento